roberto-boscoUna considerazione dell’artista…

“La solitudine è la reale condizione umana.
Una solitudine complessa che, talvolta, apparentemente è negata dalla moltitudine in cui l’uomo è quotidianamente immerso; e questa è l’illusione più grande che ci fa credere di essere in sintonia con il mondo e dunque con noi stessi.
Abbiamo nome e cognome, tratti somatici e voci diverse e progetti esistenziali che si accavallano come onde del mare dandoci la sensazione di avere un destino, di essere protagonisti di una delle tante storie che si incrociano casualmente sulla nostra strada che in verità ci porta giorno dopo giorno, tortuosamente  o  direttamente, a secondo dei casi, verso l’estraneazione, l’annullamento, la completa cancellazione della nostra presupposta individualità.”

Biografia

Sono nato l’8 luglio 1951. Segno del cancro. Instabilità emotiva. Insofferenza. Tenerezza. Costante giramento di coglioni. Un insistente sguardo sul passato e indifferenza cronica per il futuro. Profondo senso del nulla diluito in un mare di sentimenti battuti testardamente da venti contrari e … disarmanti bonacce.

“Si sta come d’autunno sugli alberi le foglie” e poi si afferma che la vita sia un miracolo e, di seguito, perle su perle di banalità che formano collane al collo fino a non farti più respirare. Questo tanto per dire, per “biografarmi”, per accendere un fiammifero in una lunga notte senza luna e senza stelle.

Fatti, accadimenti, parole su parole per costruire un profilo umano e “professionale” per sua intima natura presupponente e falso come può esserlo qualsiasi paradigma  nel quale galleggia anemico  e sfuggente ciò che si reputa vero…..

Leggi la biografia completa

Video del Maestro Roberto Bosco

Interviste, considerazioni e digressioni varie durante l’inaugurazione della mostra denominata OLTRE CONFINE, al Museo MACRO Testaccio Roma “Dicembre 2013”
Interviste e approfondimenti critici, durante l’inaugurazione della mostra denominata OLTRE CONFINE, al Museo MACRO Testaccio Roma ” Dicembre 2013″